BUSINESS PLAN VINCENTE

con Nessun commento

Business Plan Vincente

 

Molto difficile risulta per l’imprenditore formalizzare le idee in uno schema organico e coerente.

Il business plan serve a colmare questo bisogno divenendo il punto di partenza per qualsiasi impresa e per lo sviluppo di qualsiasi progetto aziendale.

serve per:

-valutare la fattibilità della propria idea di business

-definire, formalizzare le idee di business

-tradurle in piani specifici

-come strumento di verifica per valutare le performance dell’impresa in un determinato arco temporale (di solito 3 anni)

-la ricerca e l’ottenimento di finanziamenti

-proporre la propria idea di business ad altri cercando partners.

 

DA TENERE PRESENTE E’ L’ASPETTO SOSTANZIALE PIU’ DI QUELLO FORMALE

molti danno rilevanza alla forma e alla presentazione, ma non è assolutamente così, l’interlocutore di un business plan è una persona competente, che si intende di aziende, ciò che lo impressiona sono i numeri, i piani i modelli non il logo ricercato o le figure all’interno delle pagine. I DISEGNINI LASCIAMOLI FARE AGLI ARTISTI

NOI AZIENDALISTI ED ECONOMISTI CI LASCIAMO MOLTO AFFASCINARE DAI NUMERI!!!

 

A MIO AVVISO UN BUSINESS PLAN DI SUCCESSO, UN BUSINESS PLAN VINCENTE, DEVE ESSERE SINTETICO MA CARICO DI NUMERI, VALUTAZIONI E SCHEMI PREGNI DI SIGNIFICATO TECNICO MA DI SEMPLICE COMPRENSIONE.

I DESTINATARI:

qui un’altra critica è doverosa… quando si parla dei destinatari del B. P. molti danno sfogo alla fantasia elencando una serie di destinatari e tendono a dimenticare IL PRIMO DESTINATARIO DEL BUSINESS PLAN; parlano

-Partners,

-finanziatori,

-clienti

-affiliati

-soci

Ma dimenticano quasi sempre che IL PIU’ IMPORTANTE DESTINATARIO DEL BUSINESS PLAN è l’imprenditore stesso che insieme al consulente che redige il business plan deve valutare l’effettiva fattibilità e convenienza della sua idea di business.

 

Cosa valutano i destinatari?

un business plan vincente non lascia parlare il destinatario, il destinatario non deve avere possibilità di fare precisazioni o appunti circa il Business Plan, questi deve esaurire tutti gli argomenti e prevedere tutte le possibili variabili. Vi renderete conto che il vostro Business Plan sarà vincente quando l’interlocutore resta a bocca aperta, in adorazione senza proferir parola, senza la possibilità di dire: “ma se invece succede che…”.

Dopo aver preso visione del Business Plan il destinatario deve avere la percezione di trovarsi di fronte un’impresa o un progetto affidabile, solvibile, valido e con un seguito da professionisti; i flussi di cassa in t anni devono coprire l’investimento iniziale, garanzie, capacità ed impegni di investimento da parte dell’imprenditore.

STRUTTURA

Un business plan è formato da una serie di sezioni, ognuna delle quali è finalizzata all’analisi di un aspetto diverso del business e della società.
Le sezioni sono:
1. L’indice
2. La sintesi preliminare
3. La descrizione generale dell’impresa
4. La descrizione dei prodotti e dei servizi

5. Il piano di marketing
6. Il piano operativo

per approfondire i punti 5 e 6 si vedano i seguenti articoli:

Consulente Marketing

Marketing Management

(a breve sarà pubblicato un’ articolo sul piano marketing strategico ed operativo)

7. Management e organizzazione
8. Traguardi principali
9. Struttura e capitalizzazione
10. Il piano finanziario
11. Appendici

Lascia una risposta