Consulente Aziendale
 "Il Consulente Aziendale è una figura professionale, laureata in materie economiche ed aziendali, in possesso di conoscenze circa il funzionamento, la gestione e  il management delle aziende; in grado di analizzare i mercati all’interno dei quali l’impresa opera e le dinamiche di funzionamento degli stessi, in grado di effettuare analisi e previsioni sia relativamente all’azienda (dopo aver raccolto informazioni dalla stessa), sia in riferimento ai mercati. Deve altresì studiare e comprendere i bisogni della clientela target, dopo averla accuratamente individuata, stabilire le strategie e le azioni per soddisfarla al meglio." (Antonio Catalano)

 

CONSULENTE AZIENDALE

 

Il Consulente Aziendale deve quindi affiancare l’azienda durante le seguenti fasi fasi:
- progettazione e programmazione
-decisionale
-implementazione
-controllo.

Il compito del Consulente Aziendale è quello di guidare le aziende attraverso percorsi di miglioramento, una volta acquisiti gli elementi già in possesso della azienda, di aggiungervi quei fattori della sua competenza, conoscenza e professionalità in grado di creare valore; in tale contesto è sostanziale il rapporto di fiducia tra il committente e chi fornisce consulenza.

Caratteristiche del Consulente Aziendale:
-profonda conoscenza del mercato di riferimento
- capacità di ascolto
-capacità di analisi
-capacità critiche
-forte predisposizione al confronto
- competenze progettuali e previsionali
- capacità di sintesi e semplificazione
- concretezza ed efficacia.
Il Consulente Aziendale interpreta le idee dell’imprenditore, le trasforma in obiettivi, pianifica le azioni da porre in essere per il raggiungimento degli stessi, infine misura i risultati ottenuti.

La figura del Consulente Aziendale nasce per affrontare un contesto competitivo sempre più complesso e per numero di variabili in gioco e per difficoltà a reperire ed utilizzare tutte le informazioni di mercato “sensibili”, la vera sfida che le nostre aziende devono cogliere è quella di dotarsi della capacità di mettere costantemente in discussione il proprio business e di individuare le opportunità strategiche.
La strategia consente di delineare le azioni specifiche più adeguate per raggiungere gli obiettivi prefissati, e proprio per questo solo una strategia precisa ed innovativa può garantire il futuro di un’impresa;
Ogni elemento della Strategia necessita allora di essere studiato analiticamente, deve diventare un PIANO, per rispondere alle domande:
Che cosa sarà fatto?
Quando sarà fatto?
Chi lo farà?
Quanto verrà a costare?
Il BUSINESS PLAN è un documento scritto che raccoglie, in modo organico, quanto esposto sopra; COSI' COME IL PIANO MARKETING

 

INSERISCI I TUOI DATI E SARAI IMMEDIATAMENTE RICONTATTATO PER OTTENERE UNA CONSULENZA GRATUITA





 

 

Dott. Antonio Catalano